Sui passi di Madre Francesca in U.S. 9-22 agosto 2015

Saluto di Sr. Teresina Marra alle partecipanti

Oshkosh,  10 agosto 2015

Care suore, siamo qui per  far Memoria e per esprimere la nostra gratitudine a Madre Francesca per la sua Visione e per la Missione che tante altre suore dell’Addolorata hanno svolto qui negli Stati Uniti d’America.

Fare memoria è ricordare e ristabilire la relazione con persone ed eventi …. Noi siamo qui per metterci in relazione con qualcuno. Siamo qui per ripercorrere in qualche modo il passaggio di Madre Francesca e di tante Suore dell’Addolorata che hanno fatto nell’ordinario cose straordinarie.

 «Essendo cristiani – aveva detto Benedetto nella Lectio divina al Pontificio seminario romano maggiore, venerdì 8 febbraio del 2013, – noi sappiamo che nostro è il futuro, e che l’albero della Chiesa non è un albero morente, ma albero che cresce sempre di nuovo». …. Albero che cresce di nuovo, pianta viva che può perdere le foglie ma getterà altri germogli. Cristo vivo dentro la trama della storia, volto e non ombra, certezza cui possiamo affidare la vita, E’ Lui il Signore della Storia”.

E’ con animo aperto, ricolmo di memoria affettiva e di gratitudine che vogliamo iniziare questo itinerario di fede. Vi guidi in questo cammino con Madre Francesca la Parola di Dio, in particolare il racconto della chiamata di Abramo: "Vattene dalla tua terra, dalla tua parentela e dalla casa di tuo padre, verso la terra che io ti indicherò. Anche noi siamo chiamate ad uscire da noi stesse per seguire il Signore. Uscire dai nostri  progetti, dalle nostre sicurezze, dagli stretti orizzonti, per guardare più in là, verso orizzonti nuovi.

"Ti benedirò, renderò grande il tuo nome e possa tu essere una benedizione; in te si diranno benedette tutte le famiglie della terra".  Abramo è modello di quanti rispondono di sì alla chiamata di Dio. Chiamata che Dio continuamente rinnova ….

Carissime, vi auguro un buon incontro e una buona permanenza qui negli Stati Uniti.